mercoledì 13 febbraio 2013

La Politica Femminile: uno, dieci.. 20 blog! tanti quante le regioni italiane

Le più attente (e i più attenti) si saranno accort* della recentissima nascita di nuove voci, in rete, che parlano di politica: ma al femminile, e in questo termine sono incluse varie e diverse accezioni. Si tratta di una vera e propria rete-blog, nata in questi giorni, in vista delle prossime elezioni, sul tema "Politica femminile". Una rete-blog che si propone come nuovo strumento per offrire opportunità di comunicazione per le candidate e le politiche donne (notoriamente le più penalizzate dall'informazione politica tradizionale). Ma non solo.
E come funziona? 
Premessa doverosa, è che "donna" non basta: ce lo siamo sempre dette. La rete blog stabilisce dunque come pre-condizione il riconoscersi nei temi più propri al movimento delle donne: rispetto della Costituzione, legalità, democrazia paritaria, diritti, contrasto alla violenza, cultura ed educazione, sviluppo sostenibile, visione economica non predatoria.

Premesso questo, tutte le candidate che lo desiderano (facendone richiesta alla mail indicata nelle istruzioni), riceveranno l'accesso al proprio blog regionale di riferimento come autrici, di modo di potervi collaborare autonomamente. 
L'intento immediato è dare agli elettori e alle elettrici l'opportunità di trovare le proposte delle candidate riunite in uno spazio di confronto trasversale, collettivo e trasparente.
Ma più in generale, il progetto si ripromette di far emergere la specificità del femminile nella politica: nei metodi e nei contenuti.

Il primo blog della serie è nato sulla Regione Lombardia (moderato dal gruppo Donne per Milano), e già conta numerosi contributi. Sono poi seguiti Politica Femminile Lazio (moderato dal gruppo di Donne e Informazione), Piemonte (moderato da Laura Cima) e Liguria (moderato da Monica Lanfranco); stanno inoltre per comparire Puglia (moderato da Magda Terrevoli), Calabria e Toscana, e altri sono in preparazione.
Tutti saranno poi collegati fra loro e riepilogati in una pagina di riferimento nazionale.

Al momento le candidate invitate sono, per ogni blog regionale, quelle che si presentano alle elezioni regionali oppure che, proveniendo da quella Regione, si presentano alla Camera o al Senato. 
La rete-blog della Politica Femminile avrà tuttavia una sua funzione anche ben oltre il periodo elettorale, proprio nell'ambito degli sforzi per un vero rinnovamento della politica, dei suoi modi e dei suoi temi.

Il progetto nasce per iniziativa della Rete delle reti femminili (la piattaforma-contenitore nata proprio attraverso questo blog!) che come sapete opera secondo la filosofia del lavoro collettivo. Dunque anche l'intero progetto va visto come frutto di un lavoro collettivo (nel quale includiamo tutti i contributi delle candidate e delle politiche elette). Ogni blog regionale, tuttavia, è ovviamente seguito da un gruppo locale o da una moderatrice radicata in quel territorio. Una di loro (Laura Cima) scrive, nel suo post di esordio sul blog Liguria: 
"(...) dobbiamo tentare il cambiamento con le donne che saranno elette, soprattutto quelle che vorranno relazionarsi a noi, e che questa volta, per tante delle ragioni dette lì, sarebbe stato più facile e necessario. (...) Uno stato con le sue istituzioni da rifondare, forme di convivenza e di società da ritessere, democrazia da reiventare. Abbiamo tante competenze tra noi, perchè non formuliamo e confrontiamo ipotesi? (...) Pensare in grande, dare forma ai desideri, riportare la vita al centro. C’è da riformulare anche il nostro linguaggio, liberarlo da “mantra” che stanno diventando ripetizioni rassicuranti e ripetitive. La sfida è alta ma solo noi abbiamo qualcosa da dire di nuovo
Di questo sono convinta. Mettiamoci a lavorare insieme e crediamoci. Questo desidero e questo mi aspetto".
E questo ci aspettiamo anche noi; con l'aiuto di tutte voi. Avete amiche candidate? grazie se vorrete suggerire loro di partecipare. E grazie se ci seguirete.
Vi aspettiamo!

PS • inizialmente.. il progetto aveva esordito solo per la Lombardia: qui una breve video-intervista sul primo nato. E' grazie alla vostra propositività che si sta estendendo. Non fermatevi! Non fermiamoci. :-)

Nessun commento:

Posta un commento