PERCHÈ AIUTARE

Chi di voi desiderasse collaborare fattivamente è benvenuta/o a braccia aperte.
Spieghiamo qui perché aiutare, e a fare cosa.

Cosa dobbiamo fare esattamente
Nelle pagine informative è tutto ben descritto nei dettagli; a questa pagina in particolare le funzioni che immaginiamo. Ma come lo si realizza? Provate a immaginare lo spazio sul web come quello fisico: strade, piazze e case.
Noi dobbiamo costruire una grande casa, piena di spazi comuni e di altri spazi individuali o collettivi, come una lunga serie di scatole cinesi. 


Ora immaginate che tutti questi spazi siano dotati di una grande quantità di “celle di teletrasporto” che, come in Star Treck, vi possono sparare in miriadi di altre stanze sparse per il mondo, consentendovi di visitarle per curiosare o fare scambi. Banalissimi link: ma ai posti giusti.


Nel concreto, realizzare questo progetto si sostanzia nel creare un grande portale che conduce a tantissime altre porte: strutturato su diversi livelli, a loro volta interconnessi fra di loro e con l’esterno, e che sia in grado di offrire alle persone interessate molte alternative sulle modalità di usarlo. Ma anche di dare percorsi semplici, per evitare di perdersi.

Esempi su come utilizzarlo 
ognuno potrà navigarci da semplice visitatore, attivo o passivo cioè che: 
1. può conoscere cose che non sapeva, scoprire realtà nuove, trarne informazioni e contatti 
2. mandare commenti e suggerimenti, senza necessariamente registrarsi; 
3. attingervi per scaricare materiali (studi, foto, ecc) da usare liberamente per i propri progetti; 
4. o viceversa potrà proporre propri materiali da caricare per condividerli pubblicamente;

oppure da utente attivo che:
può partecipare ai forum; lanciare petizioni; promuovere azioni; lanciare e/o partecipare a sondaggi; 


oppure da utente attivo che, in più, può partecipare al portale:
1. proponendo nuovi forum o l'apertura di altri spazi interattivi utili;
2. aprendo nel portale un proprio profilo con uno spazio da gestire come vuole: da poche informazioni e link ai propri siti e blog.. a grandi database;
3. oppure realizzare al suo interno un vero e proprio blog personale; 
4. oppure diventare un autore del portale stesso, con i più diversi livelli di coinvolgimento.
Eccetera..

Ciascuna potrà così veicolare meglio se stessa e i propri messaggi, cercare alleanze, lanciare iniziative e potenziare eventuali azioni culturali o politiche. 
Il portale, invece, non si occuperà di elaborazioni né di azioni politiche, ma metterà a disposizione al suo interno una fitta serie di contenuti, che devono essere utili sui piani più disparati per le attività di ciascuna. E questi, per essere messi a disposizione di tutti, vanno prima, raccolti, selezionati e organizzati.
Inutile dire che mettere insieme un simile portale è un grandissimo lavoro, che richiede un grande impegno. Tanto più grande in quanto non ci sono sponsor: nessuno lavorerà “per noi”, alleviandoci lo sforzo, in quanto pagato. Chi crea questo strumento sta già mettendo il suo lavoro (e in questo modo continuerà a farlo) a titolo puramente gratuito. Ecco perché abbiamo bisogno di aiuto.

E perché dobbiamo fare tutto senza soldi? primo perché nessuno ne ha. Ma anche se ce ne fossero.. per il momento, nascere solo dalla libera offerta di chi ci crede, senza dover dipendere dal denaro di nessuno, è condizione e garanzia di poter lavorare a questo strumento in piena libertà e autonomia.
Perché nelle nostre intenzioni questo non deve, né dovrà essere, un progetto a scopi commerciali o di potere di un gruppo o di qualcuno: ma esclusivamente volto, attraverso l’azione e il progresso delle donne, a potenziare il bene di tutti. 

Per questa stessa ragione, fatta eccezione per le convinzioni su cui si sono trovate d'accordo, in origine, le prime donne che hanno proposto di realizzare questo progetto, questa ‘rete delle reti’ non esprimerà mai alcuna “linea politica”, né è suo compito promuovere azioni politiche.

Il suo compito è semmai fare tutto il possibile per aiutare le sue ospiti a farlo: ciascuna nella massima autonomia. E come? dando loro spunti, conoscenze, ispirazioni; e il massimo sostegno ad amplificare le loro voci, a collegarsi fra di loro, a essere più coese e incisive.

Il vero premio del nostro lavoro sarà che il massimo valore che riusciamo a esprimere possa diventare davvero patrimonio di tutti.

Se qualcuna non è scappata, grazie a quelle di voi che vorranno contribuire al nostro sforzo: QUI scoprirete come.

Nessun commento:

Posta un commento